BIFACCIALE

 

Strumento caratteristico dell’Acheuleano e in minor misura di complessi del Paleolitico medio ricavato da ciottoli o da grandi schegge. 

Di dimensioni anche ragguardevoli, talvolta con lunghezza superiore a 20 cm., presenta ampi distacchi bilaterali e bifacciali, spesso regolarizzati da ritocchi minuti. L’apice può essere arrotondato o appuntito, la base talvolta non è elaborata. Il profilo può essere triangolare, cordiforme, ovalare, discoide, a mandorla (amigdala). 

Sulla base delle sue dimensioni, della forma e dell’andamento dei bordi, dei profili e dell’apice sono state tentate varie classificazioni tipologiche (es. Camps).

 

Classificazione dei bifacciali (Camps 1979)

 

Bifacciali piatti

 

triangolare

triangolare allungato

subtriangolare

cordiforme

cordiforme allungato

 

subcordiforme

ovalare

a mandorla

discoide

naviforme

 

 

Bifacciali spessi

 

cuneo

amigdaloide

lageniforme

lanceolato

micocchiano

 

 

Bifacciali diversi

 

ad estremità sbiecata

parziale

misto 

nucleiforme

 

 


Sommario

Bulino