Un autodromo per Cingoli

Cingoli, 3-6-2007


I bene informati sostengono che sia in procinto la realizzazione di un autodromo a Cingoli. E in quale posto, disgraziatamente, dovrebbe sorgere questa inutilità? Ovviamente in una delle località più belle di Cingoli, in un'area di interesse archeologico e ambientale: la valle di Magliano!

 

 

Leggiamo nel programma elettorale della Lista Civica "Cingoli per Cingoli" - Candidato Sindaco Gianfilippo Bacci (eletto Sindaco con il 47,65% dei voti nelle elezioni del 12-13 giugno 2004) a pagina 29:

"Il territorio e l'ambiente sono beni che devono essere costantemente protetti e salvaguardati perché da essi dipende la qualità della vita"

Noi crediamo a queste parole, crediamo che gli attuali amministratori non permetteranno la realizzazione di una simile stortura in una zona che, ripetiamo, è di notevole interesse archeologico e ambientale (certo, lo scempio perpetrato al parco della Portella non ci fa stare molto tranquilli...ma noi siamo ottimisti).

Nella Valle di Magliano infatti sono stati recuperati numerosi manufatti archeologici inquadrabili cronologicamente in un periodo compreso fra il Paleolitico medio e l'epoca romana, con testimonianze attribuibili anche al neolitico, all'eneolitico, all'età del Bronzo e alla civiltà picena (E. Percossi - M. Silvestrini, Situazioni abitative, presenze e frequentazione dalla preistoria all'età romana nel territorio di Cingoli, in AA.VV., Cingoli dalle origini al sec. XVI, "Studi Maceratesi", 19, 1986, pp. 31-32; E. Percossi (a cura di), Il Museo Archeologico Statale di Cingoli, 1998, pp. 28, 31, 33, 35, 40, 42, 67). 

 

 

Dalla tavola n. 11 del Piano Paesistico Ambientale Regionale (Delibera della G.R. n. 4127 del 13/7/1987) risulta evidente che la valle di Magliano è situata all'interno dell'area protetta della "Macchia delle Tassinete" (n. 22 in pianta). 

Leggiamo dal B.U.R. Marche n. 84 del 16/11/1995:

Regione Marche - Servizio Tutela e Risanamento Ambientale.
Rideterminazione e individuazione di nuove aree floristiche protette" di cui all'art. 7, L.R. 52/74.

Il Servizio Tutela e Risanamento Ambientale comunica di aver attivato il procedimento relativo a "Ridelimitazione e individuazione di nuove aree floristiche protette" di cui all'art. 7, L.R. 52/74.
Le zone interessate da tale azione risultano essere quelle riportate nell'allegato A.

(...)

AREE FLORISTICHE PROVINCIA DI MACERATA

ZONA LITORANEA
N : 48 Litorale tra Civitanova Marche e Porto
Recanati Potenza Picena, Civitanova Marche
N : 49 Fontespina Civitanova Marche

ZONA COLLINARE
N : 50 Macchia di Montenero Cingoli
N : 51 Macchia delle Tassinete Cingoli
N : 52 Fonte delle Bussare Treia
N : 53 Bosco dell'Abbadia di Fiastra
Urbisaglia, Tolentino, Petriolo


E leggiamo da questo sito:

Il bosco delle Tassinete si colloca nella parte settentrionale della Dorsale di Cingoli, nella parte superiore del Fosso delle Scalette, dove l’esposizione ai venti umidi provenienti dal mare e ai quadranti settentrionali creano le condizioni microclimatiche adatte allo sviluppo del tasso (Taxus baccata) che costituisce qui una cenosi particolarmente densa, anche se di ridotte dimensioni rispetto al passato, quando doveva costituire una vera e propria foresta. La cenosi a tasso sono considerate una forma relittuale del Terziario conservatasi fino ad oggi; tali enclave sono diffuse un po’ in tutto l’Appennino Umbro-Marchigiano e quella di Cingoli rappresenta una delle stazioni di rifugio più orientali e più abbondanti dell’Italia centrale.


E' mai possibile che non si riesca ad avere un quadro chiaro della situazione generale prima di avanzare certi progetti? Cosa ce ne facciamo di un autodromo? Vogliamo continuare sulla strada del chissenefrega dell'ambiente? Dopo inutili eliporti, parcheggi che distruggono porzioni di un parco cittadino ci mancava la ciliegina dell'autodromo nella valle di Magliano! Prima di proporre, o peggio di realizzare, certi progetti è necessario avere coscienza, lungimiranza e rispetto del territorio. 

Il territorio è della comunità e alla comunità bisogna rendere conto!

 


Sommario

SOS Madonna della Chiusura