FOLIATO

 

Strumento ottenuto mediante ritocco piatto. I criteri di suddivisione sono: l’orientamento unidirezionale o bifacciale del ritocco (per la suddivisione in classi) e la forma dello strumento (per la distinzione in tipi primari). La tecnica del ritocco piatto si diffonde a partire dal Musteriano finale, continua nel Solutreano, nel Neolitico e sino all’età del Bronzo. Caratteristici di quest’ultimo periodo sono i raschiatoi foliati a ritocco bifacciale di forma allungata e curva, elemento di falcetto, e le punte di freccia con alette e peduncolo.

Nel sistema tipologico di Laplace  il gruppo comprende cinque classi e dieci tipi primari:

 

Classificazione dei foliati (Laplace 1964)

 

Famiglia:  

Foliati

Gruppo:   

Foliati

Classe dei foliati a faccia piana

F1 Troncatura a faccia piana

F2 Punta a faccia piana, curva

F3 Punta a faccia piana, diritta

F4 Ogiva a faccia piana

Classe dei foliati bifacciali

F5 Foliato bifacciale

F6 Foliato a base tronca

Classe dei foliati a cran  F7 Foliato peduncolato
F8 Foliato a cran
Classe dei foliati geometrici  F9 Foliato geometrico
Classe dei raschiatoi foliati  F10 Raschiatoio foliato

 

 

 

Foliati tipici dell'età del Bronzo

 

1) Raschiatoio a ritocco bifacciale ("elemento di falcetto")

2) Punta di freccia a base concava

3) Punta di freccia a base diritta

4) Punta di freccia con peduncolo e alette

5) Punta di freccia con peduncolo e alette

6) Pugnale a base semplice

7) Pugnale con peduncolo

 

 


Sommario

Geometrico