La terra prelevata dal pavimento della grotta di S. Angelo ha notevoli proprietà terapeutiche ed è efficace soprattutto contro il mal di testa (1).

Gli altorilievi che ornano la parete sinistra della chiesa di S. Vitale erano oggetto di un particolare culto: “Verso di Esse vi ha una gran divozione il Popolo non solo di questa Villa, ma anche delle altre circonvicine, conducendo in faccia di esse Statue bene spesso il Bestiame d’ogni sorte negli ingruenti mali epidemici, ed anche v’accorre gran gente affetta da doglie alla schiena che appoggiano alle mura di questa Chiesa riportandone sovente la guarigione” (2).

Secondo la tradizione la colonna che si trova nella chiesa di S. Rocco (S. Filippo Neri) aveva proprietà terapeutiche: sfregandovi la schiena infatti si curava il mal di schiena.

 

 


(1) P. Appignanesi, Testimonianze medievali nel territorio cingolano, AA.VV., Cingoli dalle origini al sec. XVI. Contributi e ricerche. Atti del XIX convegno di Studi Maceratesi, Cingoli 15-16 ottobre 1983, "Studi Maceratesi" 19, Macerata, Centro di Studi Storici Maceratesi, 1986, pp. 132-133

(2) M Maran (a cura di), Diocesi di Cingoli, Sacre Visite 1726-1858, Cingoli 1979, p. 428

 

 

 

 

 


Home Page Cingoli Sommario Streghe e riti magici